Una gita indimenticabile

La classe 1B di Crodo nel giorno 22 Aprile del 2022 andò a fare una gita nei boschi della miniera.

I ragazzi quel giorno arrivarono come sempre alle 7.55 a scuola ed entrarono tutti in classe. Poi arrivò la prof che disse loro di prendere gli zaini e prepararsi per uscire.
Usciti, i ragazzi iniziarono ad andare verso il bosco, la prof Saetta disse: “Ragazzi il tempo oggi non è particolarmente bello, quindi faremo un giro veloce, non so se riusciremo a completarlo”.

La classe era arrivata all’inizio della salita e poi partirono per quella che sarebbe stata una gita indimenticabile.
Si addentrarono nel bosco e la prof disse: “Ragazzi cambiamo strada” ma ciò che la classe non sapeva era che sarebbe stato fatale.

Poco dopo si udirono dei rumori provenire dagli alberi. Alessandro Ceroni si girò per dare un’occhiata e vide che c’era una casa abbandonata e che il rumore proveniva dall’interno.
Ceroni si avvicinò e il suo compagno Ale Conni gli urlò: “Fermo!”
Ceroni rispose: “Perché?”
Conni: “Perché si dice che quella casa sia abitata da un vecchio pazzo” Ceroni non credendoci si avvicinò e…
Conni non lo vide più, spaventato andò a chiamare i compagni e la prof raccontando l’accaduto.

La prof disse: “Andiamo a salvare il vostro compagno!" Iniziarono a correre come se volessero sfondare la porta ma senza successo, all'improvviso Alice vide Ceroni ma solo di sfuggita e raccontò alla prof. di averlo visto nel nulla. Mentre parlava si accorsero che Maicol era sparito e la classe cadde in un buco.
Quando si alzarono videro Ceroni e Maicol chiudere il buco con un sasso. Sembravano quasi impossessati, la prof propose di scavare.

Dopo trenta minuti di scavo Denis, Maddalena, Viviana e Sara trovarono un mobile distrutto e Michele disse: “Amici datemi una mano per spostare questo mobile” tutti insieme riuscirono a spostarlo e videro un tunnel illuminato da torce, la classe senza aspettare corse alla fine di quel tunnel infernale.
Arrivati in fondo videro Ceroni e Maicol, erano lì ad aspettarli, anche loro li videro e la prof disse: “Ragazzi andiamo”. Ma pochi minuti dopo anche la classe era sparita nel nulla ed erano rimaste solo Iris e Maddalena.

Dopo un paio di ore qualcuno entrò nella stanza e si udì una voce dire: “ANDIAMO”.

Pochi minuti più tardi si trovarono tutti sul pulmino come se non fosse successo nulla. C’erano la prof Saetta, Michele, Iris, Alice, Maddalena, Sara, Viviana, i tre Alessandri, Denis e Maicol.
Nessuno si ricordava niente e chi sia stato ad architettare tutto ciò è ancora un mistero.

Racconto di Alessandro
Immagine dal web

Categoria: 
randomness