Torte di Non compleanno, la nuova tendenza dopo il lock down

Ciò che è mancato di più durante il lock down è stata la presenza delle persone a noi care, la loro lontananza si è sentita ancor più nei momenti di festa, nelle ricorrenze come feste di compleanno, lauree, battesimi e altro. Certo, amici e parenti non ci hanno lasciati completamente soli e la tecnologia è stata di grande aiuto nell'avvicinare le distanze e gli affetti. Ma vuoi mettere un abbraccio fisico e una buona fetta di torta, gustata insieme, quanto gusto in più può avere rispetto ad uno schermo freddo?

Ecco perché una nota pasticceria di Milano, ricevuta la richiesta di un cliente per una torta di NON compleanno, ha pensato di esporre in vetrina la bella idea, che è stata subito colta e seguita da molte altre persone.

E perché poi stupirsi? Un celebre precedente ce lo ha fornito Lewis Carroll nel suo romanzo Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò, coniando il neologismo non compleanno. Nel libro Humpty Dumpy spiega alla ragazzina che è di gran lunga più interessante ricevere dei regali "ingenetliaci" 364 giorni all'anno, piuttosto che regali "genetliaci" un solo giorno all'anno. Possiamo forse dargli torto?

Se Alice può festeggiare il suo non compleanno, in una tavolata con la lepre Marzolina, il ghiro e il Cappellaio magico che le versa nella tazza un tè che non c'è, chi siamo noi per non poter rifarci dei non abbracci e della non presenza dei nostri cari, ora che possiamo rivederli? E allora Buon NON compleanno da parte della nostra redazione a tutte le persone che ancora credono nelle fiabe e che festeggiano come ci ha insegnato il grande autore inglese.

Fonte: Ansa
Foto: dal web