Topoleno (Attività N. 3)

CONSIGLI PER “ I GRANDI “

Il mio mondo colorato

da emozioni è popolato.

Sentimenti e sensazioni

qui la fanno da padroni.

Per capirli il tuo bambino,

ha bisogno te vicino.

Anche lui li prova spesso

e parlandone, lo aiuti adesso.

Se scrivendo io son d'aiuto,

di narrar non mi rifiuto.

Che il nostro amico Topoleno si stia montando la testa? Non posso crederci! Dispensa consigli a destra e a manca, come se fosse un esperto psicologo!

Nooooooo! Naturalmente sto scherzando. In realtà, né io, né il mio amico roditore abbiamo nulla da insegnare a nessuno! Ci teniamo a sottolinearlo.

Noi vogliamo solo offrirvi degli spunti per parlare e condividere con i vostri piccoli le emozioni e i sentimenti che provano e che spesso sono fonte di disagio o anche solo di imbarazzo.

D'altro canto, “persone che ne sanno” (psicologi, pedagogisti e persino neuropsichiatri), concordano nel dire che parlare di emozioni-sentimenti-sensazioni e dare loro un nome sia molto importante per i piccoli e sia utile per aiutarli a crescere più sereni.

Topoleno vuole intrattenervi raccontando le sue avventure, proponendo tante attività e altrettanti giochini, ma spera di esservi d'aiuto anche parlando delle emozioni che prova nella vita di tutti i giorni e che sono quelle provate da tanti bimbi.

Così, le sue filastrocche che narrano di amicizia, paura, tristezza, gelosia (e tanto altro ancora) avranno un compito in più e voi, se vorrete, potrete approfittare di questa opportunità.

Magari, la sera, quando accompagnerete i vostri bambini e le vostre bambine a “fare la nanna”, non solo leggerete e giocherete con loro, ma vi troverete a parlare di quello che provano, proprio grazie alle esperienze vissute da Topoleno!

La prossima filastrocca esprime l'ansia che, alcuni bimbi in modo particolare, provano nel lasciare la mamma per andare a scuola, ma racconta anche di amicizia, potente antidoto in questa situazioni di disagio.

Buona lettura e buona conversazione a tutti! Maria Grazia 

TOPOLENO VA A SCUOLA

 

E' MATTINA E IO MI ALZO:

GIU' DAL LETTO CON UN BALZO.

MI PREPARO CON TANTA CURA,

POI MI ASSALE LA PAURA...

SAI, LA SCUOLA NON E' MALE,

MA IO ODIO DOVERCI ANDARE.

A DIRE IL VERO COSI' NON E',

E' CHE VORREI MAMMA CON ME!

ENTRO IN CLASSE PREOCCUPATO,

CON LE LACRIME IN AGGUATO.

OGGI, PERO', C'E' CHI MI ASPETTA,

GUARDA UN PO' CHE BELLA TIPETTA!

MI AFFERRA LA ZAMPA E POI MI DICE:

CIAO, AMICO, IO SONO ALICE!

MI GUARDA IN FACCIA CON UN SORRISO,

LA SEGUO AL BANCO UN POCO INDECISO.

ORA NOI SIAMO GRANDI AMICI,

DI STARE INSIEME SIAMO FELICI.

SE HAI UN AMICO, LO SAI ANCHE TU,

NEPPURE A SCUOLA SI PIANGE PIU'.

GIOCHIAMO UN PO': RISOLVI IL REBUS

ATTENZIONE! QUESTO E' UN GIOCO “ A TUTTO GAS “ !

(RICORDA CHE GAS , PER TOPOLENO SIGNIFICA “GRANDI AIUTATEMI SUBITO”!

TUTTI I GIOCHI DEFINITI IN QUESTO MODO RICHIEDONO L'AIUTO DI UNO DEI “GRANDI” CHE TI STANNO ACCANTO, PERCHE' NON SONO PROPRIO FACILI)

PER RISOLVERE IL REBUS OCCORRE SEGUIRE LE SEGUENTI INDICAZIONI

GUARDA I NUMERI SCRITTI TRA QUESTE PARENTESI ( ).

IN QUESTO MODO POTRAI SAPERE IL NUMERO DELLE PAROLE E DELLE LETTERE CHE COMPONGONO CIASCUNA PAROLA.

ORA OSSERVA CON ATTENZIONE I DISEGNI E CERCA DI CAPIRE CHE

COSA RAPPRESENTANO.

3) SCRIVI SULLE LINEE TRACCIATE SOTTO AL DISEGNO LE PAROLE CHE

HAI TROVATO E TRASCRIVI ANCHE LE LETTERE GIA' SCRITTE ACCANTO

AL DISEGNO ( SCRIVI UNA SOLA LETTERA SU OGNI LINEA )

4) SE HAI SEGUITO LE ISTRUZIONI POTRAI LEGGERE UNA FRASE.

COMPLIMENTI!