Topoleno (Attività N.°1)

 

Se anche tu adori i topi

e con loro scrivi e copii...

se poi vuoi parlare in rima,

senza averlo fatto prima...

hai trovato il TOPO giusto,

leggerai proprio di gusto!

 

Sicuramente Topoleno si esprimerebbe così per convincere i nostri bambini e bambine a leggere le sue avventure, ma questo incarico non è stato assegnato alla mia creatura, bensì alla sottoscritta che, data la circostanza, proverà a illustrare con chiarezza e sobrietà il progetto che porta il nome del piccolo roditore.

Quello di Topoleno è un progetto che ho pensato per i bambini e le bambine della classe prima in cui ho insegnato tre anni fa. Ha avuto una vita lunga un anno (scolastico) e ha fornito i testi attraverso i quali i miei alunni hanno imparato a leggere e a scrivere, come ho già avuto modo di spiegare.

Al termine dell'anno scolastico, ho pensato di far sopravvivere il mio personaggio e di far conoscere le sue avventure ad altri bimbi e bimbe e ai loro genitori.

Il progetto che propongo comprende un racconto introduttivo, che avete avuto già modo di leggere nella sezione racconti di Echino, e si sviluppa in una serie di filastrocche scritte in prima persona dall'animaletto.

In esse Topoleno racconta episodi della sua vita, sovrapponibili alle esperienze relazionali ed emotive che bimbi e bimbe vivono all'età di 6/8 anni.

Topoleno è un topolino dalle caratteristiche davvero uniche: alla nascita è trasparente, ma poi si tinge dei colori dell’arcobaleno, è in grado di esprimersi verbalmente, ma esclusivamente in rima e vive avventure davvero emozionanti.

Le sue filastrocche, affidate alle mani attente di adulti che si relazionano con i bambini, possono costituire un semplice itinerario per:

  • promuovere il piacere della lettura, svolta dall’adulto, inizialmente, e dal bambino, in un secondo momento (le prime filastrocche sono scritte in stampato maiuscolo proprio per facilitare la lettura ai bambini);
  • avviare alla poesia attraverso l’uso sistematico delle rime in testi accattivanti;
  • veicolare concetti quali il valore della diversità e l’accoglienza della stessa, l’importanza della cooperazione in luogo della competizione, il ruolo della compassione, intesa come sentire insieme;
  • promuovere i primissimi passi nell’ambito dell’educazione emotiva: i bambini si immedesimano nelle situazioni relazionali ed emotive di Topoleno e, adeguatamente guidati, cominciano a riconoscere e a comprendere le emozioni che sono anche le loro. (Si tratta, ovviamente, di un primo approccio… la capacità di gestire le emozioni, per prevenire il disagio,è ben altro!) Semplici proposte operative che i piccoli possono svolgere da soli o con il supporto di un adulto, completano i singoli testi. 

L'illustrazione di Topoleno è di Eleonora Perretta

Questa è la prima attività legata alla storia di Topoleno, se non hai letto la storia, vai nella sezione RACCONTI