Quattro chiacchiere con il nostro corpo

Ciao, come stai caro?

Non preoccuparti! Non sono il professore di scienze. Io sono il tessuto epiteliale.

Lavoro nel tuo corpo, devo rivestire e proteggere i diversi organi, sia all’esterno sia all’interno. Il mio lavoro è molto difficile perché le mie cellule devono essere strettamente interconnesse le une alle altre, ma contemporaneamente non devono essere troppo impermeabili, devono assorbire sostanze utili ed espellere sostanze nocive. Se mi cerchi, mi trovi nell’apparato digerente, nella pelle, nei polmoni, nei vasi sanguigni e linfatici, nel cuore, nella bocca, nella cavità nasale e nei canali dell’apparato riproduttivo. Vedi? Lavoro tantissimo, sono instancabile, e anche se non formo tutto il cuore comunque lavoro con lui e per lui.

Ehm… Cosa ho dimenticato? Ah sì, ora ricordo! Non ti ho parlato di mio fratello minore, il tessuto nervoso. Che bel nome, nervoso… Diversamente da me, mio fratello lavora solo nel sistema nervoso. È formato dai neuroni, cioè cellule molto specializzate dalla forma particolare. Insomma, i neuroni sono cellule dotate di sottili prolungamenti grazie ai quali formano una rete intricata. Attraverso questa rete passano i segnali che tengono in comunicazione ogni parte del corpo con la “centrale di comando”: il cervello, importantissimo come me!

Che cosa sento? Sssh… Non di nuovo! Stanno litigando! Sono i miei fratelli maggiori, Tom & Gerry. No, sto scherzando! È il tessuto muscolare che sta mangiando il tessuto adiposo. L’organismo che formiamo sta facendo sport. Bravo, magari anche io dovrei fare sport. Sssh… non dire ai miei fratelli niente di quello che ti dico. Comunque, il tessuto muscolare – che non lavora più di me – è formato da cellule allungate chiamate fibre muscolari (sono le mie nipoti) che hanno la capacità di allungarsi e accorciarsi (come guanti del dottore) in questo modo rendono possibili i movimenti del corpo e di ogni sua parte. Il tessuto muscolare, infatti, non forma soltanto i muscoli, ma ficca il naso nelle parti più interne del nostro organismo, per esempio nel tubo digerente (mi ha detto di dirti di smettere di mangiare!) e nel rivestimento dei vasi sanguigni. Inoltre, la massa dei tessuti muscolari più esterni dà forma al nostro corpo, non biasimarlo se non sei soddisfatto della forma del tuo corpo (capisci cosa intendo dire?).

La colpa è del nostro fratello maggiore, il tessuto connettivo. In breve, egli ha la funzione di connettere o di collegare come una specie di colla. È il tessuto più abbondante del corpo umano e si presenta in forme molto diverse tra loro, ad esempio: il sangue, il tessuto osseo, il tessuto cartilagineo e quello che litiga sempre con il tessuto muscolare… papapam… il tessuto adiposo.

Per ora è tutto, ma riceverai presto altre notizie dall'interno... del corpo naturalmente!

 

(Scritto da Hebatullah Nakib)

Per conoscere la Casa delle culture - Mediterranean Hope - clicca sulle parole evidenziate.

Categoria: