Quando lo sport diventa scontro

Purtroppo ogni domenica si registrano scontri tra tifosi. Recarsi allo stadio o in un qualsiasi impianto sportivo spesso si trasforma da divertimento in paura a causa di facinorosi che nulla hanno a che vedere con lo sport. Seguire la squadra del cuore deve essere una passione solo sportiva e non un pretesto per aggredire i tifosi avversari, anche se a volte sono le tifoserie ospiti che hanno atteggiamenti provocatori, causando ingenti danni agli impianti, spaccando seggiolini, servizi igienici o altre attrezzature. I severi controlli effettuati agli ingressi dalle forze dell’ordine non sempre riescono ad impedire che si manifesti quanto sopra scritto, ci sono falsi tifosi che riescono ad eludere tali controlli introducendo negli stadi oggetti idonei a far male agli altri. Ciò significa che il loro obiettivo non è vivere una giornata di divertimento ma soltanto scontrarsi con i “nemici”. Questo imperdonabile atteggiamento è contrario ai valori che ogni sport ci vuole insegnare. Seguire lo sport deve essere una passione gioiosa da condividere in amicizia.

Fabio Ferrante 1G, scuola secondaria di primo grado “Amedeo d’Aosta”, Bari

 

Categoria: 
randomness