Pronti, partenza... via!

Adatto a:

Dai, finalmente la scuola sta per ricominciare!

Siamo stati lontani tanto tempo, troppo tempo ed ora possiamo tornare a stare insieme come prima.

Certo, qualcosa di diverso ci sarà!

Bisognerà usare la mascherina, non dovremo stare troppo “vicini vicini”, dovremo lavarci le mani spesso, ma finalmente ci rivedremo!

Sarà un po’ strano, lo so, vedere la maestra imbavagliata e cercare di capire lo stesso quello che ci sta dicendo; sarà strano non avere più il posto accanto al proprio compagno, ma essere seduti un po’ più in là e sarà ancora più strano non scambiarci più le penne o la gomma come abbiamo sempre fatto, ma sono sicura che possiamo farcela.

Pensiamo alle mille cose belle che insieme, anche se po’ distanziati, potremo di nuovo fare!

Le giornate non saranno più noiose come prima, a casa, da soli, ad aspettare di giocare on-line col proprio amico, ora potremo di nuovo ridere guardandoci in faccia, chiedere spiegazioni alla maestra senza aspettare che si connetta con pc, studiare assieme, creare assieme ed imparare assieme ai compagni.

I primi giorni dovremo stare molto attenti ed imparare bene le nuove regole, ma anche con l’aiuto di mamma e papà, riusciremo a far tacere questo “mostriciattolo” prepotente che continua a fare il bullo.

Mi permetto di fare anche un appello ai genitori perché responsabilmente ci misurino la febbre tutte le mattine, noi insegnanti, come sempre, saremo pronti ad accogliere i vostri figli con tutto il nostro amore, i nostri dirigenti scolastici lavorano da mesi affinchè tutto avvenga in sicurezza perché l'educazione e la scuola sono un diritto imprescindibile per i nostri alunni e le nostre alunne, così come la loro e la nostra salute.

Sarà una grande sfida, ma sono sicura che vinceremo noi perché l’unione fa la forza e noi siamo…fortissimi!

Buon inizio, carissimi ragazzi!

Maestra Alessandra Oltolina

 

In regalo per voi una bellissima filastrocca di Maestra Alessandra e il link alle copertine per i quaderni da colorare.

 

Questo inizio è davvero un po’ strano,
non possiamo tenerci neanche per mano.
Son tutto solo seduto al mio banco,
perché nessuno mi può stare accanto.
Niente chiacchiere, né giochi vicini,
solo qualche sguardo un po’ triste tra bambini.
Ma c’è una cosa che mi rincuora,
il sorriso della maestra sotto quella museruola.
Non vedo nè labbra nè denti,
ma i suoi occhi luccicano come stelle cadenti.
Lei mi sorride, io lo so,
e già meno solo mi sento un po’.
Sarà un anno davvero speciale 
dove non ci sarà proprio niente di normale, ma questo piccoletto che vuol dettar legge in classe mia, son certo che presto se ne andrà via.
Torneremo a giocare a “Ce l’hai” 
e tu, amico mio, la mia mano prenderai.
E La mia maestra poi, bella come
il sole, tornerà a regalarci le sue mille parole, ma questa volta senza la museruola che un po’, comunque, faceva brutta la scuola!

Ale Olto

randomness