La promozione delle discipline scientifiche tra le bambine

Nel 2016, il Dipartimento delle Pari opportunità della Presidenza del Consiglio, di concerto con il Ministero dell’istruzione, università e ricerca, ha emanato una nota per la promozione di innovazione e scienza nelle scuole di ogni ordine e grado, con particolare riguardo per le bambine e le ragazze.

La risposta delle maestre della scuola dell’infanzia di Preglia, paese piemontese in provincia di Verbania, non si è fatta attendere e già da un biennio vengono attivati laboratori “STEM” nella fascia 4-6 anni. STEM è un acronimo inglese che significa “Science, technology, engineering, mathematics”, discipline che ancora oggi, sono ritenute poco adatte alle ragazze, infatti solo il 38 % delle studentesse sceglie le materie scientifiche nel proprio percorso d’istruzione e su sette ingegneri, solo uno è donna.

Nella scuola dell’infanzia di Preglia, i bambini vengono messi in contatto con vere e proprie attività scientifico tecnologiche: il coding, la robotica e molto altro. Le bambine in particolare, si cimentano in attività come il linguaggio della programmazione e imparano facendo perché, come dice maestra Patrizia: "La scienza è intorno a noi e le bambine e i bambini in età prescolare sono bravi a fare domande sulla scienza.”

Alla loro naturale curiosità (la prima vera forma di motivazione intrinseca) per i fenomeni dell’universo, le insegnanti rispondono con l’approccio sperimentale alla didattica della scienza e ne sottolineano l’aspetto maggiormente positivo: questo approccio implica spesso un lavoro collettivo. “E’ nel gruppo che si ottengono le condizioni affinché l’esperienza e la capacità del singolo possano rimodellarsi attraverso l’interazione con gli altri” “Il lavoro di gruppo attiva processi importanti quali mettere in comune le esperienze, la collaborazione, la spinta alla ricerca.”

In barba agli stereotipi di genere, largo dunque alle “STEM girls” perché è ormai chiaro che la differenza non sta nella competenza vera e propria tra maschi e femmine, ma in quella “percepita” già a partire dall’educazione prescolare!

randomness