La clessidra

In una bella giornata, durante le vacanze estive, tre ragazze si incontrarono per andare al fiume insieme.
Giunte in prossimità del fiume, Venere, una ragazza molto solare e curiosa, inciampò, si voltò e vide una cosa molto strana. Si avvicinò per vedere di che cosa si trattasse e si trovò davanti… una clessidra.
Molto incuriosita chiamò le sue amiche, Sole e Terra, la presero e di soppiatto entrarono nel laboratorio della loro scuola per analizzarla.

Raggiunsero il laboratorio e videro che la clessidra pian piano si illuminava sempre di più e in un batter d’occhio le accecò tutte e tre e… Si ritrovarono in un posto diverso, pieno di colori cupi. Si incamminarono impaurite, persino Terra, la più coraggiosa, si spaventò dell’accaduto.
Si trovarono intorno molte persone e chiesero dove fossero. Due signore risposero con tono raffinato che erano a New York nel 1905.

Le ragazze durante la loro avventura incontrarono due signori ai quali chiesero più informazioni, essi le ospitarono nella loro casa a bere del tè. Arrivate presso l’abitazione i due conoscenti cominciarono a fare loro delle domande. Ad un certo punto le ragazze videro delle foto attaccate al muro di tre bambine e chiesero chi fossero.
I padroni di casa risposero che erano le loro nipoti Venere, Sole e Terra ormai perdute nel tempo.
Le tre amiche affermarono stupite e incredule che erano loro le tre bambine raffigurate nelle immagini e così i signori confessarono che avevano cambiato il cognome perchè nel futuro avrebbero arrestato le ragazze se avessero saputo che erano viaggiatrici del tempo, banditi dall’agenzia dei viaggi nel tempo.

La clessidra si illuminò, salutarono e ringraziarono gli zii e tornarono nel presente, felici di aver scoperto di essere sorelle.

Testo di Viviana N. - Alice P. - Iris L.

Immagine dal web