La riforma della scuola della ministra Giannini, che ne pensate?

 C'è fermento in rete sulle dichiarazioni della Ministra Giannini e del sottosegretario Roberto Reggi su una nuova riforma della scuola, anche questa a base di tagli. I sottoscrottori di una petizione chiedono di considerare in ogni ulteriore proposta che voglia realmente elevare la qualità della scuola, il confronto con gli insegnanti e le parti sociali.  Il confronto ci sembra importantissimo. E ci sembra fondamentale che una nuova riforma parta non nell'ottica dei tagli.Che ne pensate?

gli argomenti che fanno discutere sono legati alla proposta di aumento delle ore di servizio a 36 per la Ministra e  fino a 36 per il suo sottosegretario, apertura delle scuole dalle 7 alle 22 per il sottosegretario, riconoscimenti economici per chi si impegna di più legati però alla sola decisione del dirigente scolastico, un ventilato assorbimento delle scuole paritare nel sistema statale, quindi gestione della scelta degli insegnanti in stile privatistico. Gli argomenti sono stati presentati gradualmente, a partire dal metà giugno in articoli su quotidiani e incontri promossi dal PD. Quanti stanno seguendo queste notizie?  Che ne pensate

 

peccato che chi propone non fa parte del mondo della scuola. passione l'amore l'entusiasmo cerco di non mollare

Ma cosa vuol dire assorbimento delle scuole paritarie? Meno scuole paritarie? questa potrebbe essere una cosa interessante.

io credo sia vergognoso pensare che i docenti di secondaria lavorino solo 18 ore settimanali e debbano aumentare il loro monte ore mantnendo il medesimo stipendio. Si trascura tutto il lavoro quotidiano di preparazione lezioni, compiti, correzione compiti, riunioni ed altro... Trovo tristissimo questa continua delegittimazione del lavoro di insegnante e il fango che da più parti viene lanciato contro la cateoria

Al momento Reggi ha ritrattato, del resto è lo sport nazionale, comunque tutto questo polverone è per creare nuovi tagli. Vi incollo alcuni illuminanti articoli che avanzano semplici, logiche, pratiche obiezioni a queste idee del sottosgretario che, sottolineo, vuol mettere mano ad una revisione normativa del contratto di punto in bianco, senza passare per i sindacati 8ma poco importa per quel che servono) ma senza Ascoltare i docenti.

articolo 1) http://www.orizzontescuola.it/apertura-serale-scuole-miur-fuori-dalla-realt

articolo 2) vistro che "ce lo chiede l'Europa" è un film già visto, bhè allora teniamo presente che già lavoriamo come molti colleghi europei ma percepiamo notevolmente di meno (per non parlare delle strutture) http://www.orizzontescuola.it/news/italia-docenti-lavorano-gi-come-colle...

 

articolo 3) a mio avviso il più illuminante http://www.valigiablu.it/perche-il-piano-scuola-e-da-bocciare/

 

 

grazie per l'attenzione

 

Chiara De Pietro

Posso dire una cosa un po' provocatoria? Da mamma... perchè altre esperienze nella scuola non ho. Do due figli ormai diplomati, quindi un po' di cose ne ho viste. Di insegnanti ce ne è di tuttii tipi, quelli che si fanno un mazzo a scuola e a casa per preparare il lavoro e quelli che non fanno niente in nessuno dei posti, salvo ruempire le 18 ore. E quelli che pure farebbero ma così male da demotivare, distruggere l'interesse. la creatività, l'amore per la conoscenza e lo studio. Non è interesse anche dei bravi insegnanti non considerare la valutazione, e anche l'orario di lavoro, come un tabù?

Aggiungi un commento