Comunicare per capirsi

Comunicazione

Saper comunicare bene con gli amici e le amiche, con i genitori e altri adulti è molto importante per riuscire a star bene con chi ci sta intorno.

Eppure comunicare in modo paritario, senza offendersi, senza prevaricare non è sempre facile soprattutto in un periodo come quello in cui viviamo in cui sono proprio i grandi a dare il cattivo esempio.

Beh, è abbastanza scontato dire che per comunicare bene non bisogna essere aggressivi o minacciosi, non bisogna insultare o discriminare, non bisogna urlare nè ovviamente rivolgere parolacce, eppure molto spesso ce ne dimentichiamo.

E comunque, non sarebbe sufficiente perchè bisogna fare uno sforzo in più. Una cosa molto importante che spesso si trascura è il saper ascoltare: spesso siamo così presi e prese dal voler parlare che dimentichiamo di ascoltare.

Succede che non ci si comprenda, ma siamo sicuri che sia stato l'altro a non aver capito? E se fossimo noi che ci siamo spiegati male? Sicuramente dire "Non hai capito niente!" non aiuta mentre dire "Forse mi sono spiegato male" ci fa fare dei passi avanti nella comunicazione.

Può anche capitare che il nostro amico abbia fatto una cosa proprio stupida. E siamo arrabbiati. Ma dire "Sei uno stupido" lo farà sentire giudicato come persona invece dire "Hai fatto una cosa stupida" gli farà pensare che per noi resta sempre il nostro amico, anche se ha fatto, appunto, una cosa stupida.

Insomma, a volte basta davvero poco per risolvere un piccolo conflitto senza rovinare un'amicizia!

randomness