Boicotta anche tu la plastica questa settimana

Sta girando su whatsapp e sui social la campagna, attribuita a Zero Waste Spain, di boicottaggio di tutti i prodotti con imballaggio in plastica. Questo per ridurre la quantità di plastica che sta soffocando il nostro pianeta.
Isole di plastica grandi come due volte il Texas galleggiano nei nostri oceani, fotografie di pesci morti con le pance piene di rifiuti di plastica, così come uccelli che si costruiscono il nido con quegli stessi rifiuti o bellissime tartarughe con il carapace deformato da imballaggi di plastica sono ormai all'ordine del giorno e il rishio è che i nostri occhi, ma soprattutto le nostre coscienze si abituino a questo scempio e diano per scontato che tanto non possiamo fare nulla per cambiare lo stato delle cose.

Ebbene, non è così! Ognuno di noi nel proprio piccolo può fare qualcosa, L'iniziativa Plastic Free Week vuole dare un segnale forte alle aziende che mettono sugli scaffali dei nostri supermercati prodotti imballati con un'esagerazione di plastica. Ma dico, si possono acquistare tre pere dentro una confezione di polistirolo avvolta a sua volta nella plastica? Non vi sembra una cosa ridicola oltre che criminale nei confronti del nostro pianeta?

E dunque? Che cosa possiamo fare noi, della nuova generazione?

Semplice, tiriamo la giacchetta dei nostri genitori quando fanno la spesa al supermercato questa settimana e chiediamo loro di non acquistare prodotti imballati nella plastica e poi facciamo anche uno sforzo in più, evitiamo di farci acquistare balocchi di plastica, giornaletti con gadget, evitiamo le cannucce, i bastoncini per la pulizia delle orecchie, non distruggiamo il materiale scolastico, ma cerchiamo di avere cura delle nostre biro, delle gomme e di tutto il resto perché ogni cosa che gettiamo e riacquistiamo è destinata a trasformarsi in rifiuto.

Buona settimana senza plastica, comincia oggi e finisce il 9 di giugno. Forza e coraggio che il pianeta ha bisogno anche di noi bambini e bambine.