Buongiorno parole libre!

Buongiorno parole libre!

No, non si tratta di un refuso, non volevo scrivere libere. Anche se in effetti il nome della nave della Marina Militare capitanata dalla comandante Catia Pellegrino, fa tornare alla mente la libertà. Libra si chiama, e non solo il nome evoca una liberazione da un destino beffardo, che colpisce e imprigiona giovani, vecchi e bambini con l'unico torto di essere nati in terra di guerra, di miseria, di violenza. Mi è piaciuto ascoltare ieri le parole di quei marinai, impegnati ogni giorno nel salvataggio dei profughi, è stato bello sentirli paragonare quei bambini, quei ragazzi ai loro stessi figli. Le loro riflessioni sulle nostre fortune e sul nostro dovere di aiutare gli altri, mi fanno credere che il mio Paese sia ancora fatto di brava gente. Spero li abbiano ascoltati in tanti, spero che altri capiscano e si ricredano delle bestialità che scrivono, che dicono, che pensano, senza alcun fondamento se non l'odio fomentato dall'ignoranza e dal razzismo.

 

Aggiungi un commento

randomness