Giardini di parole

Echino Giardini di parole

Questo numero abbiamo voluto dedicarlo al grande Maestro Gianni Rodari e ai luoghi che lo hanno visto nascere e crescere, Omegna e i Laghi Maggiore e d’Orta, in Piemonte, ma è anche legato ad un Festival di grande importanza e con un nome altisonante, LetterAltura.

Dunque tanti gli argomenti e numerosi gli articoli, le interviste ed i reportage. A partire dall’intervista impossibile a Gianni Rodari e a quella ad uno storico florovivaista, il signor Piero Hillebrand, che amava la letteratura e la musica classica, ma si è dedicato tutta una vita a riprodurre camelie, rododendri e azalee.

Torna in questo numero anche la cronaca nera perché le insalate di fiabe della buona tradizione rodariana ci sono sempre piaciute e piacciono anche ai bambini e alle bambine che hanno voluto giocare con noi. E poi non potevano mancare le filastrocche, i giochi di parole e un bel reportage sul Parco della Fantasia.

Come sempre, scrivono su Echino gli strani membri della sua famiglia, dalla Zia EconoMina che stavolta parla di censura al Cugino EcoloGino che parla della marmotta e tanti altri amici e amiche, tra i quali questo numero c'è anche il cane Bryce! Echino è il bambino di carta ideato da M. Giuliana Saletta ed Elisa Squillace. Hanno collaborato a questo libro, per i testi: Michele Airoldi, Donatella Caione, Giuliana Facchini, Michele Pistillo, Luisa Staffieri, Filippo Zibordi. Per le illustrazioni: Antonio Boffa, Luca Garonzi, Paolo Moisello, Elisa Squillace, Luisa Staffieri, Adele Zuccoli.

randomness